Archivi categoria: Secondi piatti

Straccetti di tacchino con olive e pomodori secchi

olive

 

 

 

 

 

Ingredienti: fesa di tacchino 600gr, scalogno 1, olio evo 2 cucchiai, rosmarino 1 rametto , peperoncino 1/2, vino bianco 100ml, olive nere 12, olive verdi 12, pomodori secchi 6, brodo vegetale, sale.

Per prima cosa prendo i pomodori secchi e li metto in una ciotola con acqua tiepida in modo che si reidratino. Nel frattempo taglio a striscioline la fesa di tacchino. Pulisco lo scalogno lo trito e lo metto in padella a rosolare con l’olio, il peperoncino privato dei semi e tagliato a pezzettini e il rosmarino. Per non fa bruciare lo scalogno aggiungo un goccio di brodo. Quando è tutto ben rosolato aggiungo il tacchino e lo faccio rosolare per qualche minuto a fuoco alto, sfumo con il vino bianco e faccio evaporare. Aggiungo poi le olive verdi e nere e i pomodori, che nel frattempo si sono reidratati, tagliati a pezzettini. Aggiusto di sale. Porto il tutto a cottura aiutandomi con del brodo vegetale per altri 10 minuti circa. Servire con pane ai cereali.

tacchino-olive1

Saltimbocca e zucchine

Ingredienti: lonza di maiale 8 fette, zucchine 1, prosciutto cotto 4 fette, pane in cassetta 1 fetta, aceto bianco 1 cucchiaio, prezzemolo 1 mazzetto, capperi sotto sale 1 cucchiaio, filetti d’acciuga sott’olio 2, farina, olio extravergine d’oliva, sale, pepe.

Preparo innanzitutto la salsa di accompagnamento. In una ciotola spezzetto la fetta di pane in cassetta e la ammorbidisco con l’aceto e poca acqua. Dopo circa 10 minuti la strizzo e la metto nel mixer insieme alle foglie di prezzemolo, lavate e asciugate, i capperi ben dissalati, i filetti di acciuga e l’olio d’oliva, fino ad ottenere una salsa cremosa.                                                                                                                                                                                                                                           Per quando riguarda i saltimbocca occorre tagliare la zucchina ben lavata e asciugata a strisce sottili, utilizzando il pela patate. Devo ricavarne 8 strisce. Infarino leggermente la lonza, sopra ad ogni fetta metto 1/2 fetta di prosciutto cotto e una striscia di zucchina e fisso il tutto con uno stuzzicadenti. In una padella capiente metto un filo d’olio e faccio rosolare le fettine di lonza per circa 3 minuti per lato, aggiusto di sale e pepe e servo accompagnando il tutto con la salsa verde.

saltimbocca+zucchine

Plumcake alle fave e parmigiano

plum cake fave

 

 

 

 

 

Ingredienti: 900 g circa di fave fresche (300 sgranate), 250 g di farina, 100 g di parmigiano grattugiato, 6 uova, 100 g di prosciutto cotto a dadini, 1 scalogno, 1 bustina di  lievito per torte salate, 5 cucchiai di panna, 400 g di pomodori ramati, menta, 110 g di burro, 4 cucchiai di olio extravergine di oliva, sale, pepe.

Scottare le fave in acqua bollente e pelarle. Tritrea lo scalogno e rosolarlo in un tegame con 20 g di burro, aggiungere le fave, salare e pepare e cuocere per 2-3 minuti. Sbattere le uova con 80 g  di burro fuso, unire la farina setacciata con il lievito, la panna, il prosciutto, 90 g di parmigiano, sale e pepe. Mescolare delicatamente. Foderare uno stampo rettangolare con carta forno imburrata, versare il composto,  spolverizzalo con il restante parmigiano, coprire lo stampo e metterlo in forno a 200° per 50 minuti.

Tuffare i pomodori in acqua bollente per un minuto circa, toglere la pelle e semi. Tagliare i pomodori a tocchetti e metterli in una ciotola con la menta spezzettata a mano, sale, pepe e olio. Mescolare bene. Scoprre lo stampo e continuare la cottura del plumcake per altri 10-15 minuti. Sfornarlo e farlo raffreddare. Servirlo con i pomodori in insalata.

LENTICCHIE

lenticchie
La lenticchia Lens culinaris è una leguminosa
In Italia ci sono numerose varietà di lenticchie,  ne citerò alcune:
  • Lenticchia di Castelluccio di Norcia (I.G.P.) e  (D.O.P.)
  • Lenticchia di Colfiorito
  • Lenticchia di Santo Stefano di Sessanio è presidio di Slow Food
  • Lenticchia di Ustica è presidio di Slow Food
  • Lenticchia di Onano è presidio di Slow Food

Secondo la tradizione, le lenticchie simboleggiano la prosperità e il denaro, in quanto hanno una particolare forma a lente che ricorda quella delle monete. Per tale motivo, in Italia durante il cenone di San Silvestro si mangiano le lenticchie (spesso come accompagnamento di zampone o cotechino), come simbolo di fortuna per l’anno nuovo.

Insalata tiepida di cappone e lenticchie

Ingredienti: 1/2 cappone, 300gr di lenticchie, 2 coste di sedano bianco, 2 dl di vino bianco, 2 cucchiai di aceto, 2 carote, 1 cipolla, 1 costa di sedano verde, 1 rametto di rosmarino, 2/3 foglie di salvia, 2 chiodi di garofano, sale e pepe qb, olio evo qb.

Innanzitutto occorre preparare un brodo. In una pentola capiente mettere abbondante acqua e poi aggiungere il sedano verde, le carote, la cipolla, il rosparino, la salvia, i chiodi garofano e l’aceto. Quando il brodo è pronto aggiungere il cappone e il vino e lasciar cuocere per circa 2 ore. Nel frattempo lessare le lenticchie in abbondante acqua e salare a cottura quasi ultimata, scolarle e conservarle tiepide. Quando il cappone è pronto va fatto raffreddare nel suo brodo e poi va separata la polpa dalle ossa. Le lenticchie vanno condite con olio e pepe e aggiustate di sale se occorre. Il cappone sfilettato va condito con olio, sale e pepe e il sedano bianco tagliato a julienne. Disporre sul piatto le lenticchie condite e sopra i filetti di cappone condito.

insalcappopne2

Straccetti di tacchino e olive

Ingredienti: 500 g di fesa di tacchino, 2 scalogni, 15 olive verdi snocciolate, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, 10 olive nere intere, rametto di rosmarino, peperoncino qb, 5 pomodori secchi sott’olio, 1/2 bicchiere di vino bianco secco, 1/2 bicchiere di brodo, sale e pepe.

Tagliare la fesa di tacchino a listerelle piuttosto sottili e lunghe circa 6 cm. Sbucciare gli scalogni e tagliarli a metà. Fai il soffritto rosolando gli scalogni in una padella con l’olio e il peperoncino. Dopo 5 minuti unire le olive verdi, tritate grossolanamente, le olive nere e i pomodori secchi. Aggiungere il tacchino. Unire la carne e farla rosolare per 3 minuti a fuoco alto, mescolando affinché il tutto si insaporisca bene, salare e pepare. Aggiungere il vino bianco e farlo sfumare. Aggiungere il brodo, il rametto di rosmarino, abbassare il fuoco e far cuocere per circa 15 minuti.

straccettiditacchino

Speciale Natale – Sformatini di Salmone

Ingredienti:
500g di salmone, 150g di ricotta, 100g di panna fresca, 150ml di olio extravergine d’oliva, q.b. sale e pepe.salmoneinpezzi

Innanzitutto tagliare il salmone a pezzi. Metto il salmone nel mixer insieme alla ricotta e all’olio evo. Comincio a frullare, dopo qualche secondo continuo a frullare versando la panna a filo e poi regolo di sale e pepe. Prendo dei pirottino di alluminio e li spennello con l’olio e poi verso all’interno il composto. I pirottini vanno messi in una teglia da forno con dell’acqua per la cottura a bagnomaria. Il forno deve essere preriscaldato a 180°C e gli sformatini devono cuocere per 20 minuti circa. Quando i tortini sono freddi li sformo e li posso servire con delle fette di pane integrale leggermente tostato oppure con un paio di quenelle di patate lessate e schiacciate condite con olio, sale, pepe e finocchietto selvatico tritato.

E’ possibile cuocere il composto di salmone in un unico stampo, ad esempio quello da plumcake.