Archivi tag: limone

Riso pilaf con limone e zenzero

Ingredienti per 4 persone: 250 gr di riso basmati, 1 limone (non trattato),4/5 fettine di zenzero fresco,  una bustina di zafferano, timo fresco, olio extravergine di oliva, sale.

Innazitutto prendo il limone e tolgo la buccia stando attenta a a prelevare solo la parte più esterna e non la parte bianca e poi la taglio a julienne (bastoncini molto sottili).Affetto anche lo zenzero a piccoli bastoncini. Prendo poi una casseruola (munita di coperchio a tenuta), verso 2 cucchiai di olio, la scorza del limone e lo zenzero e lascio soffriggere leggermente per 1 minuto circa, poi aggiungo il riso e lo faccio tostare. Quando è ben tostato aggiungo 1 cucchiaino di sale, 5dl di acqua in cui ho stemperato lo zafferano e porto ad ebollizione. Quando bolle chiudo la casseruola e abbasso la fiamma al minimo e lascio cuocere il riso per circa 12 minuti senza mai aprire il coperchio. Quando il riso è cotto sollevo il coperchio appoggio un telo pulito richiudo con il coperchio e lascio riposare per altri 10 minuti. Passati i minuti sgrano con una forchetta il riso e lo trasferisco sul piatto di portata completandolo con il timo fresco e una spruzzata di limone appena prima di servirlo.

Se voglio arricchire maggiormente il piatto posso aggiungere insieme al timo una manciata di anacardi tostati oppure posso renderlo più piccante accompagnadolo ad una salsa fatta con 2 cucchiaini di zenzero tritato, 1 cucchiaino di peperoncino tritato, 2 cucchiai di succo di limone, 2 cucchiai di olio e sale qb.

Pasta Frolla

La mia pasta frolla  infallibile.

Ingredienti: farina 280 gr, 1 uovo, burro freddo 187.50 gr,  zucchero 87.50 gr, la scorza di 1/2 limone grattugiata o 1/2 bacca di vaniglia.

In una ciotola metto l’uovo, la scorza del limone o la vaniglia e metto in frigo.  Sul tagliere  faccio una fontana con la farina e al centro metto il burro a pezzetti e lo zucchero. Lavoro velocemente il burro con lo zucchero, poi aggiungo l’uovo e la farina un po’ per volta. Quando gli ingredienti sono ben amalgamati e l’impasto è liscio lo avvolgo in un pezzo di carta da forno e lo metto in frigo per almeno 30/40 minuti in modo che si rassodi bene.

Questo impasto lo posso usare per delle crostate oppure anche per i frollini, se la volete fare al cioccolato basta aggiungere 30gr di cacao AMARO mi raccomando.

La cottura indicativamente per una crostata di 21 cm di diametro 180/190°C per 25/35 minuti a seconda del forno. Per i frollini sempre 180/185°C per 10/15 minuti a seconda del forno. Cosa molto importante non usate un forno ventilato per i dolci.

Tiramisù all’ananas in coppa

Ingredienti: 250gr di crema pasticcera, 100gr di panna montata (non zuccherata),15/16 biscotti secchi o 2 confezione di pavesini, 1 scatola di anans sciroppata.

In una ciotola incorporo la panna montata alla crema pasticcera. Taglio l’ananas a cubetti, tenendone da parte 2 fette per la decorazione e verso il liquido di conservazione in una ciotola. Prendo le coppette e verso un po’ di crema sul fondo, poi uno strato di biscotti bagnati nel liquido. Metto poi altra crema e dei pezzetti di ananas. Proseguo alternando gli strati, l’ultimo deve essere di crema. Guarnisco con 2 pavesini non inzuppati e metà fetta di ananas che avevo conservato prima.

Vi aggiungo la ricetta della crema pasticcera come richiesto.

Ingredienti: per 1/2 l di latte, 3 uova, 100gr di zucchero, 50gr du farina, 2 pezzi di buccia di limone, vaniglia qb.

Prendo un pentolino e lo bagno con un goccio di acqua pima di versare il latte, vi aggiungo la buccia di limone e metto il tutto sul fuoco a scaldare. Nel frattempo prendo le uova (in questo caso utilizzo solo i tuorli) li metto in una ciotola e li unisco allo zucchero. Il composto deve esserre solamente mescolato e non montato, infine aggiungo la farina setacciata e amalgamo il tutto. Quando il latte ha spiccato il primo bollore tolgo la buccia del limone e butto tutto il composto all’interno, rimetto sul fuoco e mescolo per un paio di minuti. Quando ha ripreso il bollore e soprattutto quando bolle al centro significa che è pronta. Tolgo dal fuoco e aggiungo la vaniglia e mescolo. La crema pasticcera quando è pronta va versata in una ciotola e coperta con pellicola a contatto per non far fare la patina e lasciata raffreddare.

Se volete la versione al cioccolato prendo la crema pasticcera ancora calda vi verso all’interno una generosa manciata di gocce di cioccolato, rigorosamente fondente e mescolo. Faccio raffreddare come la versione classica.

Non gettate gli albumi metteteli in frigo e in un contenitore ermetico il giorno dopo li potete usare per fare le meringhe o altre ricette che vi darò prossimamente.