Archivi tag: zucca

Vellutata di zucca con i funghi

Ingredienti: polpa di zucca 800gr, funghi champignon 12, aglio 1spicchio, brodo vegetale 1l, cipolla 1/2, timo qb, sale e pepe qb, olio evo qb, aceto balsamico qb, cannella qb.

images-1

In una casseruola capiente metto la cipolla tagliata finemente e 2 cucchiai di olio e la faccio appassire con l’aiuto di un po’ di brodo. Aggiungo la zucca a dadini, mescolo, copro e faccio cuocere per 5 minuti. Bagno con 4 mestoli di brodo caldo e proseguo la cottura per altri 25 minuti. Nel frattempo in una padella metto un filo d’olio, l’aglio e i funghi a fettine e faccio cuocere, aggiusto di sale e a fine cottura metto il timo. Quando la zucca é cotta aggiusto di sale, pepe, metto un pizzico di cannella e frullo. Servo la vellutata calda con un po’ di di funghi sopra e qualche goccia di aceto balsamico.

2016-09-26-22-15-38-1174243300

 

Aperitivi sfiziosi

Stelline vegetali ….

Ingredienti: pane da tramezzino 6 fette (potete usare anche quello integrale), Leerdammer 6 fette, 1/2 porro, zucca 1 fetta, olio evo qb, sale e pepe qb.

Taglio a rondelle sottili il porro e la zucca a cubetti. In una padella faccio scaldare l’olio e aggiungo il porro e la zucca e faccio rosolare, aggiusto di sale e pepe e porto a cottura con un pochino di acqua. Lascio intiepidire. Taglio con gli stampini a forma di stella sia il pane da tramezzino che il formaggio. Dispongo su ogni stella una stella di formaggio e un po’ di verdure saltate e servo.

Smoked salmon parcels

Alberelli natalizi sandwich …

Ingredienti: pane in cassetta integrale 12 fetta, Leerdammer Fumè 12 fette, salmone affumicato 120gr, aneto qb, burro qb.

Taglio a striscioline il salmone e trito l’aneto. Con uno stampino a forma di alberello coppo sia il pane che il formaggio. Spalmo un velo di burro sul pane e metto sopra una strisciolina di salmone, l’aneto, il formaggio, un’altra strisciolina di salmone e shiudo con il pane.

Ravioli di zucca

Ingredienti: pasta sfoglia 1 conf, zucca a cubetti 1 fetta, fontina 100gr, 2 foglie di salvia, 1 tuorlo, olio d’oliva qb, sale e pepe qb, brodo vegetale qb.

In padella scaldo qualche cucchiaio di olio d’oliva e faccio saltare la zucca a cubetti, metto anche la salvia, aggiusto sale e pepe e porto a cottura con un pochino di brodo vegetale. Quando è cotta la faccio freddare in una ciotola. Aggiungo poi la fontina grattuggiatae mescolo. Stendo la sfoglia e ritaglio dei rettangoli, metto un po’ di composto al centro, richiudo con un alro rettangolo di sfoglia, sigillo bene i bordi e spennello con il turlo sbattuto con un goccio d’aqua. Metto i ravioli su una placca da forno rivestita di carta forno e inforno a 200° per 12 minuti circa (comunque fino a doratura).

Se rimane del composto possiamo frullarlo con un filo d’olio e un goccio di brodo e servirlo come crema oppure usarlo per condire una pasta corta.

ravioli1

Stelle di tramezzino

tramezzini-stella

STELLE DI TRAMEZZINO

Fette di pane per tramezzino, fette di formaggio tipo Leerdammer, 1/2 porro, 1 fetta di zucca, olio evo, sale.

In una padella faccio stufare il porro tagliato a rondelle con un filo d’olio e un pizzico di sale, in un’altra padella metto l’olio la zucca a cubetti e la faccio cuocere. Con la formina per biscotti a forma di stella, faccio delle stelline con il pane e il formaggio. Formo i tramezzini con una stella di pane, una di formaggio e metto o un po’ di porro o un po’ di zucca stufati, un’altra stella di formaggio e chiudo con un’altra stella di pane. Si possono chiudere con degli stuzzicadenti.

La zucca

Con il termine zucca vengono identificati i frutti di diverse piante appartenenti alla famiglia delle Cucurbitaceae, in particolare alcune specie del genere Cucurbita, ma anche specie appartenenti ad altri generi come ad esempio la Lagenaria vulgaris o zucca ornamentale. Il periodo di raccolta va da Settembre a tutto Novembre.

Il termine zucca viene usato in modo generico, la verità però è che di tipologie di zucche ne esistono varie. Ognuna con le sue caratteristiche. C’è la Avalon, la Frisco, la Violina, la Marina di Chioggia e molte altre. Per quanto l’esterno presenti diversi che variano dal giallo all’arancio al verde in base al seme e a dove viene coltivata, la polpa interna ha sempre un colore arancio, più o meno forte.

La zucca è comunemente usata nella cucina di diverse culture: oltre alla polpa di zucca, se ne mangiano anche i semi, opportunamente salati. La zucca è un ortaggio che si presta a mille ricette: si consuma cucinata al forno, al vapore, nel risotto o nelle minestre, fritta nella pastella. Particolarmente famosi sono i tortelli alla mantovana, ripieni appunto dell’omonima varietà di zucca. Dai semi si ottiene un olio rossiccio usato in cosmesi e cucina tradizionale.

zuccamantovana1

Gnocchi di zucca al gorgonzola

Ingredienti : 1kg di zucca, farina quanto basta, 1 uovo (se occorre), 200g di gorgonzola piccante, 200ml di panna fresca, parmigiano qb, sale e pepe qb.

Cuocere la zucca in acqua senza sale finché la polpa non risulterà mobida. Scolare la zucca versarla in una ciotola e con un cucchiaio da cucina ne faccio una crema e la faccio intiepidire. Aggiungo poco a poco la farina finché il composto non risulterà compatto e duro. La farina dovrà assorbire gran parte dell’acqua presente nella zucca bollita. Se occorre aggiungere l’uovo per rendere il composto compatto.  Per valorizzare il gusto rustico della zucca consiglio di impastare con della farina integrale, magari di farro.
Per ottenere un miglior risultato occorre far attenzione a lavorare l’impasto dolcemente, senza “romperlo” per evitare che la pasta si vada a sfaldare. Quando l’impasto sarà abbastanza compatto, mantenendo il piano di lavoro infarinato, si può procedere con la realizzazione degli gnocchi.
Prendere a poco a poco l’impasto e stenderlo in piccoli rotoli finché non raggiungerà il diametro di circa 2 cm. A questo punto tagliare il rotolo in piccoli gnocchetti  cercando di essere regolari nel taglio.
Non lasciar riposare l’impasto a lungo ma di lavorarlo subito, in questo modo l’acqua presente nella zucca non verrà rilasciata rischiando di rovinare la consistenza del vostro impasto.
Dopo aver realizzato tutti gli gnocchi ci si può dedicare alla crema di gorgonzola. In una padella faccio scaldare la panna aggiungo il gorgonzola e amalgamo finché non sarà completamente sciolto.
Il gorgonzola piccante creerà il giusto contrasto con gli gnocchi dolci alla zucca. Aggiungere a vostra discrezione alla salsa sale e pepe.
Faccio cuocere gli gnocchi in abbondante acqua salata. Appena vengono a galla sono pronti: quindi scolarli con la schiumarola. Verso gli gnocchi appena scolati nella padella della salsa al gorgonzola.
Mantecare qualche minuto e servirli con una spolverata di parmigiano.

gnocchi_zucca