Archivi tag: farina

Le lasagne

Come ogni domenica ho deciso di preparare un piatto speciale …

Ho deciso di fare le mie lasagne. Ho preparato la besciamella, il ragù di macinato di manzo, ho preparato la pasta fresca, ho steso la sfoglia e infine ho assemblato il tutto. E’ meglio preparare le lasagne la sera prima in modo che tutti gli ingredienti si amalgamino bene.

Ho preso un tegame e messo all’interno un paio di cucchiai di olio  e.v.o. e poi ho aggiunto sedano, carote e cipolla finemente tritati e ho fatto rosolare bene a fuoco basso fino a che la cipolla non è diventata trasparente, eventualmente si aggiunge un goccio di acqua. Poi ho aggiunto il macinato di manzo e appena rosolata la carne ho aggiunto un pò di buon vino rosso e ho fatto sfumare. Per ultimo ho aggiunto la polpa di pomodoro e aggiustato di sale e pepe e portato a cottura a fuoco lento per circa 40/45 minuti. Nel frattempo ho preparato la besciamella.  Ho fatto fondere il burro e unito la farina, appena pronto il roux ho aggiunto il latte caldo e ho fatto cuocere per qualche minuto mescolando per evitare che si attacchi sul fondo. Ho aggiustato poi  di sale, pepe e noce moscata a chi piace. Per evitare che si formi quella spiacevole patina sopra alla besciamella passo sulla superficie un pezzetto di burro freddo. Ho preparato poi la sfoglia impastando la farina con le uova e ho lavorato fino a che l’impasto non è diventato liscio e omogeneo, ho lasciato riposare un pochino e poi ho steso la sfoglia in rettangoli. Ho lessato la pasta e ho formato gli strati. Ho preso una pirofila e ho messo un filo di besciamella sul fondo, poi il primo strato di pasta e poi un pò di ragù, la besciamella e una manciata di parmigiano e ho continuato così fino ad esaurimento degli ingredienti. Il giorno dopo ho messo in forno la pirofila a 210° per 20 minuti e buon appetito.

Torta di Rose

Ingredienti: 500gr di farina, 90gr di zucchero, 2 uova, 60gr di burro, 15gr di lievito di birra, circa 100gr di acqua, 1 pizzico di sale, scorza di limone grattugiato e vaniglia qb. Per la farcitura: 125gr di burro, 100gr di zucchero.

In una ciotola metto 200gr di farina, l’acqua e il lievito e amalgamo bene fino a che l’impasto è liscio e poi lascio lievitare per circa 45 minuti. In una ciotolina metto le uova con la scorza del limone e un pizzico di vaniglia e lascio in infusione. Con il resto della farina faccio una fontana, metto al centro il burro, lo zucchero e il sale, amalgamo il tutto e aggiungo il panetto precedentemente preparato. Per ultimo aggiungo le uova, uno alla volta. Impasto fino a che il panetto diventa liscio e lascio lievitare fino a che diventa il doppio.

Quando l’impasto è pronto lo stendo, formando un rettangolo. Monto il burro con zucchero per la farcitura e lo spalmo uniformemente sul rettangolo di pasta. Arrotolo il rettangolo di pasta come a formare un salame e taglio dei dischetti di circa 3cm. Dispongo i dischi di pasta in una tortiera di 26cm e lascio lievitare nuovamente fino a che non raddoppia di volume e poi cuocere a forno già caldo a  190/200° per 25  minuti circa.

Quando la torta è cotta è necessario lasciarla intiepidire prima di sformarla e poi si può cospargere con zucchero a velo oppure con glassa reale.

E’ un ottimo dolce per un pomeriggio con le amiche o per un dopo pranzo della domenica.

Pasta Frolla

La mia pasta frolla  infallibile.

Ingredienti: farina 280 gr, 1 uovo, burro freddo 187.50 gr,  zucchero 87.50 gr, la scorza di 1/2 limone grattugiata o 1/2 bacca di vaniglia.

In una ciotola metto l’uovo, la scorza del limone o la vaniglia e metto in frigo.  Sul tagliere  faccio una fontana con la farina e al centro metto il burro a pezzetti e lo zucchero. Lavoro velocemente il burro con lo zucchero, poi aggiungo l’uovo e la farina un po’ per volta. Quando gli ingredienti sono ben amalgamati e l’impasto è liscio lo avvolgo in un pezzo di carta da forno e lo metto in frigo per almeno 30/40 minuti in modo che si rassodi bene.

Questo impasto lo posso usare per delle crostate oppure anche per i frollini, se la volete fare al cioccolato basta aggiungere 30gr di cacao AMARO mi raccomando.

La cottura indicativamente per una crostata di 21 cm di diametro 180/190°C per 25/35 minuti a seconda del forno. Per i frollini sempre 180/185°C per 10/15 minuti a seconda del forno. Cosa molto importante non usate un forno ventilato per i dolci.

Tiramisù all’ananas in coppa

Ingredienti: 250gr di crema pasticcera, 100gr di panna montata (non zuccherata),15/16 biscotti secchi o 2 confezione di pavesini, 1 scatola di anans sciroppata.

In una ciotola incorporo la panna montata alla crema pasticcera. Taglio l’ananas a cubetti, tenendone da parte 2 fette per la decorazione e verso il liquido di conservazione in una ciotola. Prendo le coppette e verso un po’ di crema sul fondo, poi uno strato di biscotti bagnati nel liquido. Metto poi altra crema e dei pezzetti di ananas. Proseguo alternando gli strati, l’ultimo deve essere di crema. Guarnisco con 2 pavesini non inzuppati e metà fetta di ananas che avevo conservato prima.

Vi aggiungo la ricetta della crema pasticcera come richiesto.

Ingredienti: per 1/2 l di latte, 3 uova, 100gr di zucchero, 50gr du farina, 2 pezzi di buccia di limone, vaniglia qb.

Prendo un pentolino e lo bagno con un goccio di acqua pima di versare il latte, vi aggiungo la buccia di limone e metto il tutto sul fuoco a scaldare. Nel frattempo prendo le uova (in questo caso utilizzo solo i tuorli) li metto in una ciotola e li unisco allo zucchero. Il composto deve esserre solamente mescolato e non montato, infine aggiungo la farina setacciata e amalgamo il tutto. Quando il latte ha spiccato il primo bollore tolgo la buccia del limone e butto tutto il composto all’interno, rimetto sul fuoco e mescolo per un paio di minuti. Quando ha ripreso il bollore e soprattutto quando bolle al centro significa che è pronta. Tolgo dal fuoco e aggiungo la vaniglia e mescolo. La crema pasticcera quando è pronta va versata in una ciotola e coperta con pellicola a contatto per non far fare la patina e lasciata raffreddare.

Se volete la versione al cioccolato prendo la crema pasticcera ancora calda vi verso all’interno una generosa manciata di gocce di cioccolato, rigorosamente fondente e mescolo. Faccio raffreddare come la versione classica.

Non gettate gli albumi metteteli in frigo e in un contenitore ermetico il giorno dopo li potete usare per fare le meringhe o altre ricette che vi darò prossimamente.