Archivi categoria: Varie

Frittata Muffin

Ingredienti: uova 6, zucchine 4, pane francese 3, limone 1/2, grana grattuggiato 100gr,  origano secco 1 cucchiaio, prezzemolo qb, basilico qb, olio qb, burro qb, sale e pepe qb.

Imburrate generosamente gli stampini. Sbattere le uova in una ciotola con il sale e una macinata di pepe, unire le erbe tritate, distribuire il composto negli stampini e cuoceteli in forno caldo a 180° per circa 15 minuti. Emulsionare l’olio con il succo del limone, un pizzico di sale e l’origano. Pulire le zucchine, lavarle, asciugarle e affettarle sottilmente nel senso della lunghezza; poi grigliarle e sistematele man mano in un piatto. Condirle con la citronnette preparata. Tagliare i filoncini di pane a fette non troppo spesse e allinearle su una teglia piatta, mettere al centro di ogni fetta un mucchietto di grana e passarle sotto il grill del forno fino a quando il formaggio incomincerà a fondere. Sformare i muffin e distribuirli nei piatti, accompagnandoli con le fettine di zucchine e un paio di crostini al formaggio.

Basilico

Il basilico è una pianta erbacea annuale, appartenente alla famiglia delle Lamiaceae, normalmente coltivata come pianta aromatica. Originario dell’India, il basilico è utilizzato tipicamente nella cucina italiana e nelle cucine asiatiche. Il colore delle foglie varia dal verde pallido al verde intenso, oppure è viola o porpora in alcune varietà. I fusti eretti, ramificati, hanno una sezione quadrata come molte delle Lamiaceae, e hanno la tendenza a divenire legnosi e frondosi.Il basilico è nativo e cresce selvatico nell’Asia tropicale e in India. Sono state classificate circa 60 varietà che si differenziano per l’aspetto e l’aroma.

Alcuni esempi: Basilico comune crespo, Basilico classico o genovese, Basilico greco, Basilico thai, Basilico porpora messicano, Basilico Dark Opal, Basilico lattuga, basilico napoletano.La pianta, fortemente aromatica, è utilizzata nelle cucine italiane e asiatiche. Viene inoltre impiegata tradizionalmente in alcune medicine popolari.

In cucina

Il basilico deve essere utilizzato fresco e aggiunto alle pietanze all’ultimo momento. La cottura ne attenua velocemente il sapore fino a neutralizzarlo, lasciando poco del suo profumo. Quando essiccato, perde completamente il suo sapore lasciando un debole profumo di fieno. Lo si può pestare in un mortaio per rompere le cellule che contengono l’olio essenziale. In frigorifero si può conservare per qualche giorno, avvolto in un canovaccio da cucina. Le foglie congelate conservano, invece, il sapore per diversi mesi.

Il basilico è difficile da abbinare ad altre erbe aromatiche come il prezzemolo, il timo e il rosmarino. Insieme a formaggio, pinoli, aglio e olio di oliva, è l’ingrediente base del pesto genovese, la salsa tipica della cucina ligure. Si usa per le insalate, con pomodori maturi, le zucchine, l’aglio, i frutti di mare, il pesce (triglia), le uova strapazzate, il pollo, il coniglio, l’anatra, le insalate di riso, le zuppe, la pasta e per le salse di pomodoro. Nella cucina asiatica, specialmente a Taiwan, si usa frequentemente nelle zuppe. Le foglie intere accompagnano il pollo fritto o vengono usate per insaporire latte e creme. Il suo olio essenziale è utilizzato per la preparazione di profumi e liquori; dalla distillazione della pianta fresca si ottiene un’essenza contenente eucaliptolo ed eugenolo.

 

La cheesecake bon bon

Ingredienti: frollini 6, tuorlo 2, 1/ limone, formaggio cremoso 100gr, ricotta 100gr, zucchero 80gr, gelatina in fogli 8gr, lemoncurd 1 cucchiaio, panna fresca 1dl, frutti di bosco qb, menta qb.

 

Scaldare 2 cucchiai di panna fresca al microonde o in un pentolino e scioglere la gelatina in fogli, mescolando. Togliere dal fuoco e lasciar raffreddare. Mescolare con la frusta in una ciotola i tuorli  e lo zucchero, poi la ricotta, il formaggio spalmabile, la panna fresca rimasta e il lemon curd. Incorporare la panna con la gelatina sciolta, amalgamare bene il tutto e mettere il composto in frigorifero a riposare per almeno 3-4 ore. Togliere il composto preparato dal frigorifero e formare tante piccole palline, aiutandosi con un porzionatore da gelato (immergerlo in acqua fredda ogni volta). Disporre man mano le palline di crema di formaggio in una placca foderata con un foglio di carta da forno, distanti fra loro. Coprire con pellicola e mettere in frigo a riposare fino al momento di servire. Nel frattempo lavare con attenzione tutta la frutta. Tritare finemente nel mixer i frollini, se vi piacciono anche speziati tipo speculoos. Grattugiare la scorza del limone non trattato e mescolarla con la polvere di biscotti in un piatto. Passarci le palline di formaggio preparate, e sistemarle in pirottini di carta colorati. Guarnire i bonbon di cheesecake al limone a piacere con fragoline di bosco, mirtilli, lamponi e ribes, con mandorle intere e gherigli di noce, oppure con uno spicchietto di  frutta fresca. Servire in tavola con foglioline di menta fresca.

Patè di trota

Ingredienti: scorza di limone qb, prezzemolo un mazzetto, sale qb, succo di limone 2 cucchiai, trote 3, vino bianco qb, spezie miste qb, panna acida 1dl, pepe qb, alloro 2 foglie, burro 120gr.

 

Disporee le trote già pulite in una teglia e coprirle con il vino bianco. Unire la scorza di limone, le foglie di alloro, un mazzetto di prezzemolo e le spezie (1/4 di cucchiaino di zenzero in polvere, noce moscata grattugiata, pepe), aggiungere una noce di burro e cuocere in forno a 160° per 30 min. Scolare le trote e prelevare la carne. Filtrare il fondo di cottura e farlo ridurre sul fuoco. Aggiungere il burro e togliere dal fuoco. Lavorare la polpa della trota nel mixer con il fondo ristretto, la panna acida e 1-2 cucchiai di succo di limone. Regolare di sale e pepe. Trasferire il paté in un contenitore, coprirlo con un velo di burro e conservarlo in frigorifero. Servire con crostini.

Potato dumplings

Ingredienti: cipolla bionda 1, farina 120gr, patate medie 6, uova 2, sugo di arrosto qb, brodo vegetale 2l, prezzemolo 1 mazzetto, pane in cassetta 5 fette, sale qb.

 

I potato dumplings sono un primo piatto tradizionale della cucina irlandese.

Eliminare la crosta dal pane in cassetta e metterlo in una ciotola con acqua fredda. Intanto sbucciare la  cipolla bianca e tritarla finemente, lavare il prezzemolo, asciugatelo, sfogliarlo e tritarlo. Sbucciare le patate medie , lavarle e grattugiarle con una grattugia a fori medi, poi asciugarle velocemente con la centrifuga per eliminare l’eccesso di amido e mescolarle con il pane strizzato, le uova, la cipolla tritata, un cucchiaio colmo di prezzemolo tritato, una presa di sale e la farina. Lavorare gli ingredienti fino a ottenere un composto omogeneo. Raccogliere con un cucchiaino una piccola parte del composto preparato, prelevarne un quantitativo della grandezza di una noce e dargli una forma ovale. Ripetere l’operazione fino ad esaurimento degli ingredienti. Tuffare gli gnocchi nel brodo in leggera ebollizione. Coprire la casseruola e far cuocere per 10 minuti. Scolare i potato dumplings e conditeli con del sugo d’arrosto. Servirli subito.

Insalata di lenticchie

Ingredienti: lenticchie 400gr, gherigli di noci 8, albicocche secche 4, cipolla rossa 1, peperoncino qb, sedano 1 costa, carota 1/2, cipolla bionda 1/2, olio evo qb, brodo vegetale qb, sale qb.

 

Preparare un trito di cipolla bionda, carota e sedano. Stufarli in padella senza grassi per 2 minuti, unite le lenticchie, 1 mestolo di brodo vegetale e cuocere per 30 minuti circa. Tagliare la cipolla rossa a fettine sottili e mescolarla in una ciotola con le lenticchie ancora tiepide, aggiungere il peperoncino tritato a piacere, i gherigli di noce spezzettati, le albicocche secche ammorbidite nell’acqua e ridotte a pezzetti. Salare l’insalata di lenticchie, condire con l’olio extravergine d’oliva e servire in tavola, a piacere, tiepida oppure fredda.